Produttori spezie-zafferano

Spezie-zafferano

    

Le spezie sono semi, frutti, radici, cortecce o sostanze vegetali usate in quantità irrisorie dal punto di vista nutrizionale come additivi per dare sapore ad un alimento. Le spezie creano un'atmosfera magica in cucina, perché riempiono i nostri semplici piatti di colori e profumi. Tante varietà - Anice, Cannella, Chiodi di garofano, Coriandolo, Liquirizia, Menta, Mirto, Mentuccia, Noce moscata, Pepe rosa, Peperoncino, Senape, Vaniglia, Zafferano - e altrettante le virtù che si decantano da tempi immemori. Possono essere sostitutive del sale, che se preso in dosi troppo elevate può causare problemi all'organismo, le proprietà che racchiudono favoriscono la circolazione sanguigna, la digestione e la respirazione. Insomma, hanno vere e proprie qualità antiossidanti, balsamiche e tutte naturali.

Nella tradizione culinaria ligure si utilizzano spezie e miscele che anche nei tempi antichi erano cosa di uso comune in Liguria.

A Campiglia, nell’estremo levante della Liguria, da pochi anni è stata avvita la coltivazione dei fiori blu-viola, dai preziosi pistilli color rosso fuoco, dai quali deriva lo Zafferano. I bulbi di questi fiori, da sempre presenti allo stato selvatico, oggi sono piantati negli antichi terrazzamenti abbandonati dai vigneti, a 400-600 metri d’altezza. Questa spezia è conosciuta fin dall’antichità: in Grecia veniva usata come colorante o come componente di ungenti e profumi e anche come afrodisiaco; i romani invece ne fecero largo uso in cucina per aromatizzare la selvaggina ed alcune qualità di vini.

Oggi lo zafferano di Campiglia è usato nelle cucine più raffinate per saporire molti piatti particolari. I coltivatori di Campiglia, orgogliosi del proprio purissimo zafferano, hanno depositato il marchio di questo prodotto che ora è in attesa del riconoscimento comunitario.