Sanguinaccio

Il Sanguinaccio è un salamino fresco, insaccato o cotto, di animelle e sangue di maiale. Presenta colore marrone, di media pezzatura (circa 200 grammi); solitamente si consuma rosolato in padella accompagnato con la cipolla. Il sangue di maiale viene miscelato nelle medesime proporzioni con latte fresco vaccino, pinoli, sale, pepe e/o animelle. Il composto viene insaccato nel budello di maiale e viene legato con lo spago in salamini di 200 grammi circa di peso. Il sangue, un sottoprodotto della macellazione del maiale e gli aromi (foglie di alloro, pinoli, chiodi di garofano) vengono aggiunti all'impasto. Il tutto viene sottoposto a cottura, messo a raffreddare a temperatura ambiente, e riposto a conservare in frigorifero. Il sanguinaccio è tipico della tradizione popolare ligure e nasce dalla consuetudine di utilizzare il maiale in ogni sua parte. Infatti, come altri alimenti costituiti degli “scarti” dell'animale, come il cotechino, era tipico della tradizione natalizia, ovvero il periodo in cui si macellava il maiale.